Days Gone

Ciao a tutti miei cari gamers e ben tornati al sabato videoludico; quest’oggi voglio portare alla vostra attenzione un titolo molto famoso, vale a dire Days Gone, conosciuto grazie alla sua ambientazione post-apocalittica e condito dal più classico stile survivor.

Un pò di dati…
Il gioco uscì ad aprile del 2019, in esclusiva per PS4, pubblicato
da Sony Interactive Entertaiment.
La grafica molto bella deriva principalmente dal motore Unreal Engine 4 che rende il nostro open world molto più accattivante alla vista – consentendoci di viverlo godendo appieno dei paesaggi mozzafiato – regalandoci inoltre un design dei personaggi e dei vari animali molto realistici, tanto sono ricreati perfettamente.
Il suono invece, anche se di grande qualità, mi ha lasciato leggermente
deluso soprattutto per il ritardo audio in confronto al video, cosa che non accade sempre, ma è molto fastidioso per chi come me pretende la perfezione da un gioco con un prezzo di fascia alta.

Date…
Con lo sviluppo iniziato nel 2015 la casa predispose la pubblicazione
a febbraio del 2019, timeline che non rispettò dato il sorgere di diverse complicazioni che comportarono l’uscita posticipata ad aprile del 2019, periodo di tempo utilizzato per migliorare il gioco…e noi ovviamente ci crediamo.

Ora parliamo un pò della storia…
Prima di iniziare vorrei avvertire tutti i giocatori del fatto che, qualora si trovassero a giocarci dopo aver giocato a The Last Of Us, questo titolo potrebbe sembrarvi abbastanza identico…
bene, infatti è cosi, più volte durante la storia mi sembrava di star assistendo a dei veri e propri deja vu, un copia-incolla di certe cose finito davvero male, anche se la storia pur avendo il suo 40% di originalità saprà comunque intrattenervi riuscendo nell intento di tenervi incollati allo schermo.

  • Deacon St. John, oltre ad essere un ex militare e cacciatore di
    taglie è costretto a vivere in un mondo pieno di zombie.
    Ci ritroviamo subito a perdere una persona cara, chiamata Sarah
    (e quà il mondo di the last of us si presenta di già, e capirete giocandoci il perché dico sia stata una copia fatta male), dopo questo tragico avvenimento, a distanza di due anni, il nostro Deacon insieme all’alleato Boozer combattono insieme per conquistare avamposti, diminuire gli zombie e per cercare di far rinascere la razza umana.
    Insomma una storia molto banale ma capace di farci passare del tempo con qualità.

Pro e Contro..
Il pro e che abbiamo una mappa immensa, una moto per poterla girare
tutta con in più la realisticità dei rifornimenti da effettuarci e le munizioni, oltre alle varie missioni secondarie per le quali gli sviluppatori hanno avuto molta immaginazione realizzando quindi un bel lavoro.
Il contro…..eh beh lo sapete benissimo: è una copia brutissima di un
titolo leggendario (THE LAST OF US), quasi il 60% della storia non
fà altro che riportare a momenti propri di quel titolo…va bene copiare da un titolo epocale, ma per lo meno se devono farlo che lo facciano bene, dai, una persona che muore subito e si chiama Sarah…insomma, non potete prendere in giro noi di God Save The Vintage.

E anche per oggi ragazzi e tutto, noi ci vediamo al prossimo titolo, un saluto dal vostro Conte Vlad e dai ragazzi di God Save The Vintage, alla prossima!!!!

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *