Game Society Maggio 11# Camaleont

lo so lo so, a vedere la copertina quasi psichedelica potrebbe farci credere a prima vista che sia chissà quale gioco strizzacervelli. Ma fidatevi che dentro questa scatola c’è un gioco da tavolo divertente, poco complicato ed ottimo da usare in compagnia dei nostri più cari amici. E se non siete convinti non vi preoccupate, leggete il nuovo articolo di Game Society, targato God Save the Vintage, e cambierete sicuramente idea.

COME SI GIOCA 

(dai 3 agli 8 giocatori)

Questo board game, targato Dal Tenda e dalla durata di 15 minuti circa a partita, ci porterà a doverci mimetizzare come una camaleonte quando sarà necessario farlo. Aprendo la confezione troveremo 40 tabelle gioco, punto di riferimento per ogni turno. Su ognuna di esse infatti troveremo delle caselle contenenti alcune parole di temi generici (nazioni, film, fiabe ecc), ognuna di esse indicate da specifiche coordinate che troveremo sulla carta del mazzo che ci verrà assegnata e che non si mostrerà a nessun altro. Il motivo di ciò è molto semplice: quando verranno lanciati i due dadi ogni giocatore guarderà sulla propria carta le coordinate, sapendo come “quasi tutti gli altri” la parola in questione. Ma per l’appunto non tutti, visto che in maniera casuale uno dei giocatori presenti riceverà la carta TU SEI IL CAMALEONTE, rimanendo all’oscuro della parola chiave. Neanche a dirlo i partecipanti dovranno trovare il modo di scoprire il camaleonte, mentre il colpevole dovrà cercare di confondersi tra gli altri. Ma ovviamente vediamo insieme come attuare ciò.

Molto semplicemente ognuno dei presenti, alternando la partenza di turno in turno, dovrà pronunciare una parola od una frase che dimostrerà agli altri che si è a conoscenza della suddetta parola, rendendola non troppo incomprensibile per chi potrà capire ma ovviamente non troppo facile e palese per il camaleonte. Facendo un piccolo esempio, se ci uscirà come parola il film “ritorno al futuro” potremmo usare parole come plutonio o scienziato, rimanendo vaghi il giusto per confondere l’ignaro giocatore. Se invece utilizzate parole come viaggio nel tempo potreste semplificare il lavoro del camaleonte. Poi certo, se vi mettete a pronunciare un intero calcolo quantistico penso che ben pochi capirebbero, a meno che non siate dei geni di quel settore.

Il camaleonte invece, che dovrà pregare di non essere il primo a pronunciare la prima parola e rischiare di farsi scoprire sul nascere, dovrà cercare di carpire più informazioni dalle affermazioni degli altri giocatori e comprendere a cosa si stiano riferendo, tentando infine di dire qualcosa che convinca gli altri che non siate voi la piccola lucertola muta colore. Quando ognuno dei presenti avrà pronunciato l’ultima frase non si dovrà far altro che puntare il dito su chi secondo loro sia il colpevole e dopo aver effettuato i conteggi si vedrà chi ha beccato più dita contro. Girerà la sua carta e da li ovviamente si scoprirà se avranno vinto i giocatori od il camaleonte. Dopodiché non dovrete far altro che cambiare la tabella gioco, mischiare le carte delle coordinate con annessa l’unica carta camaleonte presente ed iniziare un nuovo turno.

Come detto prima le tabelle sono 40 ed alcune potrebbero essere più o meno complicate per i partecipanti. Ma per questo chi ha creato il gioco è venuto incontro alle nostre esigenze inserendo una tabella vuota, con pennarello annesso, su cui potremo creare nuovi temi che arricchiranno le vostre partite (tranquilli, con il pennarello incorporato potrete cancellare il tutto con un fazzoletto e farne di nuove). Volete fare il tema “FILM DI MACCIO CAPATONDA”? potete farlo. Volete fare il tema “PERSONE PIU’ ANTIPATICHE DELLA COMPAGNIA”? Potete farlo. Potete persino fare il tema “COMPLIMENTI PIU’ BELLI DA FARE ALLA NOSTRA MASCOTTE CAPITAN VINTAGE” se volete (lui di certo apprezzerà). Inutile dire che avrete a disposizione una pila di temi da poter trattare, venendo limitati solamente dalla vostra immaginazione.

In ogni caso l’unica cosa che possiamo fare è invitarvi ad acquistare questo piccolo gioiellino (il prezzo si aggira intorno ai 25 euro) e a passare piacevoli serate di gioco in compagnia dei vostri amici e parenti, evitando però troppi assembramenti….Conte vi osserva!! Ma se non siete ancora convinti della bellezza di tale gioco, non possiamo far altro che invitarvi a scriverci qui sotto e a chiederci di programmare una partita in live, ovviamente sul nostro canale Twitch che vi attende ansiosamente, pronto a mostrarvi gameplay, sessioni di giochi da tavolo e molto altro. Diteci la vostra e grazie per aver letto il nostro nuovo articolo di Game Society, vi attendiamo nel mare del nerd di God Save the Vintage con nuovi articoli ed illustrazioni. Buona navigazione mozzi del vintage e che il vintage sia con voi.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *