Game Society settembre 15# Kingsburg

Di Capitan Vintage

Orsù nobili governatori, il re ed il suo regno ha bisogno di voi per la difesa dalle orde di mostri che imperversano le terre circostanti!! Se non vi ho convinto con questa frase, non posso fare altro che invitarvi a continuare la lettura e conoscere il nuovo capitolo di Game Society.

Come si gioca

da 2 a 5 giocatori

Inviati nei confini per potenziare fortificazioni ed edifici, i giocatori si ritroveranno con il bellissimo tabellone, raffigurante la moltitudine dei consiglieri reali.

Iniziando in base alla tabella dell’ordine di gioco (durante la preparazione del gioco sarà casuale), l’obbiettivo è quello di accumulare più punti vittoria nell’arco di cinque anni, contrassegnati dal rispettivo segna turni. Seguendo la plancia delle stagioni, altro punto di riferimento per ogni turno di gioco, si inizia lanciando i tre dadi di ogni governatore (più dadi extra per chi riesce ad ottenerli momentaneamente durante la partita) per determinare i turni di gioco. Chi farà meno punti verrà inserito al primo posto, mentre chi ne otterrà di più andrà sempre più lontano dalla prima posizione.

Fatto ciò bisogna utilizzare gli aiuti dei consiglieri del re: ognuno di essi è contrassegnato da un numero (come il giullare che è il numero uno ed il re che, ultimo della lunga sfilza, si ritrova al numero 18) ed in base al numero precedentemente tirato, bisogna posizionare i propri dadi sui rispettivi consiglieri, pari al numero che abbiamo a disposizione, di cui necessitiamo. Per fare un esempio, inizia il giallo (che si trova primo nella plancia dell’ordine di gioco), ed avendo tirato un due e due cinque posiziona il primo sul signorotto. Tocca poi al nero che, anche lui in possesso di due cinque, posiziona questi ultimi sulla casella generale (valore dieci). In questo caso il giallo, che avrebbe voluto utilizzare al ritorno del suo turno il signore della guerra, non può più farlo visto che quella casella è stata occupata. decide quindi di posizionare un cinque sulla casella di quello stesso valore e rendendo inutilizzabile l’altro dado. Conclusi tali spostamenti si va a risolverli, andando dal più basso al più alto: ogni casella dà un proprio valore, come materiali o punti guerra, utilissimi per i prossimi passaggi.

Ultimato questo passaggio si va a concludere la stagione con la costruzione degli edifici: scopriamo infatti ora che ogni giocatore è in possesso di una piccola plancia, raffigurante svariate tipologie di edifici utili per potenziare per esempio le difese o la forza in battaglia. Ma attenzione: nella plancia vi sono cinque righe di tipologie di costruzione e se volete costruire l’edificio (per esempio) nella terza riga dovrete prima costruire i precedenti edifici. In ogni caso ricordate che costruendo l’edificio sbloccherete subito i punti vittoria indicati e potrete quindi già avanzare nella casella punti vittoria.

Avanzando con le stagioni ritroveremo il premio del re: chi avrà attuato più costruzioni riceverà un punto vittoria (in caso di pareggio tutti avanzano di un punto). Dopodiché si arriva alla prossima stagione e si ripetono le già citate mosse…fino alla fine delle stagioni almeno.

Concluso l’anno si arriva al fatidico attacco dei mostri ai confini del regno, e la vittoria o la sconfitta si vedrà in base agli sviluppi di tutti i giocatori. Scoprendo la prima carta presente in questo atto finale, si trova la potenza dell’attacco (nel primo turno ci saranno forze poco potenti, ma dal secondo al quinto turno diverranno sempre più forti). In base ai punti esercito, mostrati nella tabella posta in alto sulla plancia di gioco, si vedrà la potenza di ogni giocatore. I partecipanti che saranno avanzati di tali punti e saranno superiori alla forza indicata dalla carta, riceveranno i bonus indicati. Chi avrà pareggiato non riceverà o perderà nulla, mentre chi avrà un punteggio inferiore dovrà perdere ciò che sempre la carta indica.

Un nuovo turno riparte e le stagioni si ripetono, arrivando infine alla battaglia finale nel quinto turno e, sconfitto o meno il nemico, si va a premiare chi in tutta la partita ha accumulato più punti vittoria e dimostrando chi è il più fedele governatore del re.

In conclusione di questo breve resoconto delle regole di gioco, vi invitiamo a dirci la vostra e a raccontarci la vostra esperienza su questo capostipite dei giochi da tavolo. Non dimenticatevi di seguirci sui nostri social e vi attendiamo ad un prossimo articolo del meraviglioso mondo dei giochi da tavolo.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *