L’E3 2022 non si farà

Di Marco Zumbo

Questa notizia persisteva ancora inconsistente da qualche mese, ma pochi giorni fa gli appassionati di videogiochi di tutto il mondo hanno ricevuto l’amara conferma: l’E3 2022 di Los Angeles non si farà. Problemi inerenti agli ultimi tragici eventi a livello mondiale? Crisi videoludica? O semplice precauzione? Analizziamo le informazioni in nostro possesso e scopriamo quali sono state le cause dello stop dell’Expoo dei videogames più famoso e atteso al mondo.

E3 2022 è stato cancellato: non si farà nemmeno in digitale | SmartWorld

L’anno scorso, per via delle difficoltà inerenti alla pandemia che oramai conosciamo tutti, l’E3 – ovvero il più grande evento incentrato sulle presentazioni dei nuovi progetti videoludici delle più importanti aziende del settore di tutto il mondo – aveva ovviato con un lungo trailer di presentazione di importanti videogiochi attesi da molti, come l’appena pubblicato The Elden Rings e l’ultimo capitolo della saga Resident Evil. Si è pensato che anche quest’anno si sarebbe potuto scegliere un identico percorso di presentazione, ma le ultime vicende hanno del tutto dato un freno.

Se a gennaio gli organizzatori avevano annunciato che non ci sarebbe stata una fiera dal vivo ma bensì una virtuale, ora nemmeno quella in pieno stile DAD sembra non trovare la luce, non tanto per la situazione globale, ma alla fine della fiera per una vera e propria mancanza di idee che ha lasciato tentennamenti. Questo è anche il motivo per cui non avevano nemmeno dato notizie alle aziende solitamente partecipanti all’evento, dimostrando un totale blocco creativo.

Il Summer Game Fest 2021 inizia il 10 giugno, tanti giochi e novità in  streaming

Chi in questo momento sta festeggiando però è l’evento “Summer Game Fest”, patrocinato niente di meno che dalla stessa Amazon, euforica nel precisare che il suo di evento non avrà intoppi e trasportando verso di essa tutti gli appassionati e tutte le aziende videoludiche rimaste senza mamma E3.

Bisogna però precisare che i rappresentanti dell’evento di Los Angeles hanno assicurato che questo stop darà modo di organizzarsi al meglio per il 2023, anno nel quale promettono di avviare una delle migliori stagioni E3 degli ultimi anni. Promesse ricolme di veri propositi speranzosi oppure una toppa per cercare di parare una spaccatura che si sta allargando già da qualche anno? Solo il tempo potrà dircelo… Sempre che prima non scoppi una bomba nucleare da qualche parte, s’intende.


Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.