Un cellulare, un modulatore vocale e una ravvicinata distanza

Un cellulare, un modulatore vocale e una ravvicinata distanza; tre modalità di interazione sociale che in parte ci rimandano alla nostra attuale esitenza, fatta di confinamenti, di una lontananza incolmabile fisicamente e dall’impossibilità di contattare i nostri cari oltre le quattro mura se non con mezzi tecnologici. Vero, disponiamo di webcam e possiamo idealmente “vedere” i nostri interlocutori, ma essi ci pervengono attraverso riquadri astratti e digitali, egualmente intangibili poiché non possiamo realmente percepirli vicini, toccandoli e vivendoli esistendo insieme a loro. Serbiamo i ricordi e le sensazioni passate in loro presenza, e idealizziamo la loro assenza riempiendo quel vuoto personificando le immagini in movimento che scorgiamo su monitor; li vediamo e li sentiamo, ma sembriamo sospesi in una dimensione esterna ed estranea a noi.

Read more

Lavate le mani e smettete di correre, il GF vi guarda

Tempo di quarantena, ebbene si, chi lo avrebbe mai detto? Anche sulla nave di cap.Vintage vigono le regole comuni per ridurre il rischio di contagio e pure noi dell’equipaggio siamo costretti a rimanercene sottocoperta, in attesa di tempi migliori. Far passare la giornata è dura o almeno lo è per la maggior parte dei mozzi là fuori..o forse dovrei dire là dentro? In ogni caso condividiamo la stessa sorte e tanto vale inventarsi qualcosa per rendere la quarantena meno opprimente. Per noi, sia chiaro, la situazione non è così grave dal momento che possiamo coltivare le comuni passioni e portare alla vostra attenzione argomenti curiosi, come avrete compreso il mare del nerd ne è pieno. Così fra uno scritto e l’altro, mentre riordinavo la cambusa, mi sono imbattuto in un vecchio paio di occhiali Rayban e in una vecchia storia che ha per protagonista il mio caro e povero amico Brutus. Se non lo conoscete vi rimando al mio secondo editoriale intitolato “VaffanNetflix disse il Brutus”..comunque se così fosse vergogna, che diavolo leggete solitamente!? Davvero avete di meglio da fare..tipo cosa, farvi l’ennesima stories su instagram o vedere quelle altrui? E’ la curiosità e l’effetto placebo che porta la gente a vedere ciò che fate, mica lo fanno perché siete interessanti!

Read more